L'Eterno Ulisse

Itinerari insoliti nel grande mare della conoscenza

RSS FaceBook

ANTICIPAZIONI

La peste secondo Manzoni. Nihil novi sub sole…

Copertina Eterno Ulisse
L'articolo completo è disponibile
sul numero 23 de "L'Eterno Ulisse"

ABBONATI ORA!
di Rigel Langella, 9 Luglio 2020
TAG   


Pieter Bruegel il Vecchio, Trionfo della morte,1560

In questo numero riproponendo tra altri “classici”, l’articolo su Alessandro Manzoni, abbiamo ritenuto interessante attualizzarlo, riportando anche la sua analisi sociale e psicologica sulla terribile diffusione della peste che colpì Milano.

Questa devastante epidemia è magistralmente descritta dallo scrittore nel suo capolavoro i promessi sposi, dove stigmatizza il comportamento scriteriato di governanti e cittadini, tali da favorire il propagarsi del contagio in maniera devastante.

Nonostante le grida, i bandi (oggi chiamati decreti), che proibivano di lasciare la città e minacciavano pene severissime, come la confisca delle case e di tutti i beni, molti fuggirono favorendo così la diffusione ulteriore della malattia, unitamente a manifestazioni irrazionali, dettate da ignoranza e superstizione.

Leggi l'articolo completo sul numero 23 della rivista "L'Eterno Ulisse" ABBONATI!