L'Eterno Ulisse

Itinerari insoliti nel grande mare della conoscenza

RSS FaceBook

ANTICIPAZIONI

Anna ed Elisabetta: donne oranti dell’Antico e Nuovo Testamento

Copertina Eterno Ulisse
L'articolo completo è disponibile
sul numero 4 de "L'Eterno Ulisse"

ABBONATI ORA!
di Rigel Langella, 26 Luglio 2013
TAG  preghiera  donne 

donne oranti

Com’è possibile che Anna parli direttamente con Dio, quando anche questa funzione era, al tempo, soltanto prerogativa maschile e sacerdotale? Leggendo queste pagine sorgono spontanei tanti interrogativi. Secondo alcuni autori, il Magnificat dovrebbe essere attribuito ad Elisabetta “Eloi Sheba - Promessa di Dio”. La questione fu molto discussa all’inizio del secolo scorso: l'attribuzione era sostenuta dall'affinità con il Cantico di Anna. Un revival determinato anche dalla curiosità attorno alle misteriose scoperte dell’abate Saunière, nei rotoli di Rennes-le-Chateau. In realtà tale attribuzione si trova in alcuni rarissimi codici della Volgata (Vercellese, Veronese). L’autrice, tuttavia, vuole soprattutto soffermarsi sulla linea carismatica che percorre Antico e Nuovo Testamento per mostrare che, in preghiera direttamente davanti a Dio, non c’era solo un condottiero come Mosé, ma anche una donna semplice come Anna, e proprio la sua lode ispirerà il Magnificat, preghiera femminile per eccellenza.

Leggi l'articolo completo sul numero 4 della rivista "L'Eterno Ulisse" ABBONATI!