L'Eterno Ulisse

Itinerari insoliti nel grande mare della conoscenza

RSS FaceBook

ANTICIPAZIONI

La gratitudine

Copertina Eterno Ulisse
L'articolo completo è disponibile
sul numero 25 de "L'Eterno Ulisse"

ABBONATI ORA!
di Stefano Gay, 5 Maggio 2021
TAG   


Anonimo, Guarigione della suocera di Pietro

Nelle filosofie spirituali si sostiene che soffriamo non per ciò che non ci viene dato, ma per l’amore e la gratitudine che noi non riusciamo ad esprimere verso i nostri simili e la vita. In effetti oggi anche la scienza sostiene che sentirsi aiutati ed essere grati a qualcuno, sia esso Dio, l’universo, il vicino di casa, il nostro medico o il partner, stimola sempre una grande sensazione di pienezza, aumentando il senso di attaccamento e diminuendo il senso di isolamento sociale. Le neuroscienze sembrano confermare tale postulato poiché anche la fiducia è regolata dallo stesso neuropeptide della gratitudine, l’ossitocina.

Su queste importanti premesse cerchiamo di vedere insieme all’autore di queste pagine quanto il sentimento della gratitudine non sia solamente un’attitudine fondamentale per qualunque persona che stia facendo un percorso spirituale alla ricerca del proprio sé, ma abbia anche importanti implicazioni neuroscientifiche, prova ulteriore di come corpo e mente siano strettamente interconnessi.

Leggi l'articolo completo sul numero 25 della rivista "L'Eterno Ulisse" ABBONATI!