L'Eterno Ulisse

Itinerari insoliti nel grande mare della conoscenza

RSS FaceBook

ANTICIPAZIONI

Risolvere e trasformare le cinque ferite con l’ausilio della MTC

Copertina Eterno Ulisse
L'articolo completo è disponibile
sul numero 15 de "L'Eterno Ulisse"

ABBONATI ORA!
di Maria Rosa Fimmanò, 10 Luglio 2017
TAG   

Rifiuto, umiliazione, tradimento, abbandono e ingiustizia sono le cinque ferite dell’“anima”, frutto del pensiero e delle ricerche occidentali avviate nel secolo scorso.


Victor Cupsa, Tunnel, 1975

Rifiuto, umiliazione, tradimento, abbandono e ingiustizia sono le cinque ferite dell’“anima”, frutto del pensiero e delle ricerche occidentali avviate nel secolo scorso. Fuoco, terra, metallo, acqua e legno sono i cinque elementi del modello tradizionale cinese, risalente a oltre 5000 anni fa. Cosa hanno in comune? In questo articolo scopriamo come questi due mondi apparentemente distanti siano invece interconnessi. Vedremo la teoria che descrive il legame tra essi e che ci mostra da una parte una nuova lettura delle cinque ferite dell’anima e dall’altra un nuovo ampliamento del campo di applicazione, già complesso e articolato, dell’antica MTC, unito alle nuove teorie sul Dna. Si tratta di uno studio che mostra come queste ferite possano essere trasformate in una fonte di talenti.

Leggi l'articolo completo sul numero 15 della rivista "L'Eterno Ulisse" ABBONATI!