L'Eterno Ulisse

Itinerari insoliti nel grande mare della conoscenza

RSS FaceBook

ANTICIPAZIONI

Ildegarda di Bingen, le vie dell’estasi e della visione

Copertina Eterno Ulisse
L'articolo completo è disponibile
sul numero 17 de "L'Eterno Ulisse"

ABBONATI ORA!
di Marie Noelle Urech , 9 Aprile 2018
TAG   


lldegarda di Bingen riceve una visione e la descrive al suo segretario, dal manoscritto Scivias prologo, miniatura del XII secolo

L’estasi, considerata un dono divino che apre un canale di comunicazione con il trascendente, appartiene alla tradizione religiosa di ogni cultura, dalle società sciamaniche alle religioni organizzate. In ambito cristiano, Ildegarda di Bingen, Santa Caterina da Genova, Teresa d’Avila ci hanno lasciato vivide descrizioni di questo contatto con il Divino che infiamma. Intense sensazioni di gioia, un ampliamento sensoriale, un senso di pace profonda. Tali esperienze, ed in particolare quelle di Ildegarda, analizzate dalle neuro-scienze più all’avanguardia sembrano rientrare nel nuovo scenario che implica il funzionamento della coscienza e il ruolo della ghiandola pineale.

Leggi l'articolo completo sul numero 17 della rivista "L'Eterno Ulisse" ABBONATI!