L'Eterno Ulisse

Itinerari insoliti nel grande mare della conoscenza

RSS FaceBook

ANTICIPAZIONI

Latina Tellus. Il fascino della campagna romana

Copertina Eterno Ulisse
L'articolo completo è disponibile
sul numero 7 de "L'Eterno Ulisse"

ABBONATI ORA!
di Rigel Langella, 5 Agosto 2014
TAG  viaggi  arte 

goethe
Goethe visita il Colosseo, olio di Jacob-Philipp Hackert del 179

Gli artisti del "Grand tour", pittori e letterati – alla scoperta delle magiche atmosfere di un mondo perduto – mettevano il loro genio e il loro tempo non solo a servizio della cultura e dell’arte, quanto di una ricerca interiore. Il loro desiderio non era solo di essere“altrove”, ma di essere “altro”. I pellegrini della memoria, fin dai tempi di Raffaello, si mescolavano a quelli della fede, con creazioni artistiche capaci di esprimere la vita che pulsa oltre ogni barriera socio-culturale e limitazione spazio-temporale. all’espressione "Grand tour" – che sembra aver fatto la sua comparsa sulla guida "The voyage of Italy" di Richard Lassels, edita nel 1670 – si fa peraltro risalire il termine turismo, e più in generale il fenomeno dei viaggi turistici odierni intesi come cultura di massa.

Leggi l'articolo completo sul numero 7 della rivista "L'Eterno Ulisse" ABBONATI!